Eventi a Vigevano:

Dal 03-07-2022 al 03-07-2022
THE EXPLORERS

Vedi tutti

Grazie a

Cerca nel sito

Cerca telefono

cognome o nome azienda

Videonews


20/05/2022 16:34
Mentre uno degli autori della rapina era stato arrestato subito dopo il colpo finito male, l’altro aveva fatto perdere le sue tracce, almeno fino a qualche giorno fa, quando il 19enne è stato raggiunto da un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, in quanto ritenuto gravemente indiziato dei reati di concorso per rapina aggravata e lesioni aggravate in seguito ad una violenta rapina avvenuta a fine aprile del 2022.
Era infatti il pomeriggio del 29 aprile scorso, quando in Corso due uomini, il 19enne e il suo complice coetaneo, a bordo di uno scooter rapinano dopo una violenta colluttazione una ragazza di 29 anni del suo orologio, un Rolex Daytona, aiutata da un uomo di 40 anni, la donna nella lite riesce a recuperare il suo orologio e a cavarsela con 15 giorni di prognosi per trauma cervicale.

I due malviventi, invece, non riuscendo nel loro intento provano a scappare a piedi, ma grazie ad un guardia giurata di 53 anni, uno dei due viene fermato e subito arrestato dalla polizia, mentre l’altro riesce a fare perdere le sue tracce.
Fino a che, grazie alle attente indagini, i poliziotti lo hanno identificato e localizzato nella città di Napoli, dove è stato raggiunto dall’ordinanza mentre si trova nella sua abitazione.

In manette, negli scorsi, è finito anche un senegalese di 23 anni con precedenti per avere aggredito una coppia di 50 anni, lei svizzera e lui italiano, mentre si trovavano al McDonald di piazza Duca D’Aosta. Lì i due stavano pagando alla cassa la cifra di 10 euro, quando il 23enne si avvicina per rubargli i soldi, minacciando l’uomo con un coccio di bottiglia. Mentre poi la donna chiamava il 112 il 50enne ha rincorso il ladro fino all’intervento della polizia.

E non è andata bene neanche per un turco di 23 anni, che alle 19 di giovedì sera al supermercato Penny Market di via Antonini, ha provato a rubare 200 euro di merce nascondendola nella parte inferiore del carrello, gesto che non è sfuggito agli addetti alla sicurezza, che hanno subito chiamato la polizia che lo ha arrestato per furto.